Dinamometro

La resistenza di un materiale ceramico è determinata mediante prove di flessione a 3 o 4 punti. La resistenza a flessione rappresenta il valore massimo della tensione di trazione alla quale si verifica la frattura e viene indicata come modulo di rottura (MOR). La prova di flessione sostituisce di fatto la prova di trazione per i materiali ceramici, vista la difficoltà di esecuzione di quest’ultima.
Tali prove possono essere eseguite su provini ricavati da prodotti finiti, oppure su provini preparati in laboratorio a partire dagli impasti industriali. In tal modo è possibile trarre utili informazioni relativamente al comportamento che un prodotto avrà una volta posto in opera, e per la messa a punto degli impasti industriali.

Caratteristiche tecniche dello strumento

Lo strumento a disposizione del laboratorio è un dinamometro della serie M/10, MTS (USA). E’ dotato di tre celle di carico (100 N, 2 kN, 50 kN), e di un estensimetro solidale con la parte tesa del provino.
Possono essere eseguite prove di flessione a 3 e a 4 punti.


Contatto:
Ing. Sandra Fazio – e-mail fazio@centroceramico.it
Tel. diretto: 051 0250196

Torna alla pagina del laboratorio

Dinamometro prove flessione 3 e 4 punti


Servizi per l’industria

  • prova a flessione statica a 3 e a 4 punti: determinazione del modulo di rottura (MOR), e del modulo di elasticità (E)
  • determinazione della tenacità a frattura mediante prove di flessione su provini opportunamente intagliati
  • determinazione del modulo di Weibull, mediante analisi statistica dei risultati, per avere indicazioni riguardo all’affidabilità del materiale testato.