Superfici ceramiche calpestabili a scivolosità controllata

  • PAROLE CHIAVE: Sicurezza, Antiscivolo, Tessitura superficiale, Coefficiente d’attrito, Contaminanti

Il problema della sicurezza di una pavimentazione coinvolge diversi attori: progettisti, produttori di materiali da rivestimento, produttori di materiali per il trattamento e la manutenzione dei pavimenti, operatori del settore sicurezza. Chi deve progettare una pavimentazione “sicura”deve quindi conoscere il contributo alla scivolosità fornito dai materiali da rivestimento, tenendo conto dell’ambiente di destinazione, del rischio associato alle particolari condizioni di utilizzo e delle leggi/normative applicabili.

Indipendentemente dagli altri tipi di fattori che influenzano il rischio di scivolamento, un alto valore del coefficiente di attrito di una pavimentazione è direttamente correlabile a un rischio ridotto. Esiste una correlazione tra parametri di rugosità di una superficie e valori del coefficiente di attrito, sebbene questa correlazione generale non sia “semplice” e dipenda dal metodo di misura dell’attrito.

L’approccio utilizzato negli studi condotti sinora ha previsto una classificazione delle superfici delle piastrelle di ceramica in “famiglie di tessitura superficiale” e l’individuazione di un set di parametri di tessitura superficiale rilevanti per la formulazione di modelli di classificazione che permettono di passare dai risultati delle misure di tessitura superficiale alle caratteristiche di scivolosità del prodotto (relativamente alle classi di scivolosità R definite secondo la DIN 51130).

Attualmente lo studio è concentrato sullo sviluppo e l’implementazione di un modello fisico che descriva il fenomeno dello scivolamento sulle piastrelle di ceramica riferendosi alle condizioni al contorno previste dai vari metodi di prova per la valutazione della resistenza allo scivolamento, considerando la presenza o meno di contaminanti.

Questo strumento previsionale potrà costituire un valido supporto per:

  • valutare i contributi alla scivolosità forniti dai materiali utilizzati per rivestire le pavimentazioni
  • prevedere le prestazioni delle superfici, rispetto alla scivolosità, in particolari ambienti di destinazione, in fase contrattuale
  • progettare superfici in funzione della destinazione d’uso
  • in fase di controllo del processo, garantire il mantenimento dei requisiti dei diversi lotti di prodotto
  • verificare nel tempo le prestazioni delle pavimentazioni in esercizio.

PRINCIPALI PUBBLICAZIONI

  1. E. Rambaldi, B. Mazzanti: Surface metrology of ceramic tiles: a tailored procedure, Proceedings of XIII International Conference of the European Ceramic Society, Limoges (F), 23-27 Giugno 2013
  2. E. Rambaldi, B. Mazzanti, P. Generali: Anti-slip treatments on ceramic tiles: a producer-oriented approach, Proceedings of XIII International Conference of the European Ceramic Society, Limoges (F), 23-27 Giugno 2013
  3. Piastrelle con superfici a scivolosità controllata. Ricerca svolta nell’ambito del Progetto InProCer (Obiettivo Realizzativo 2) Scivolosità e tessitura superficiale: un nuovo approccio. Applicazioni alle piastrelle di ceramica. A cura di Barbara Mazzanti e Patrizia Generali – Centro Ceramico Bologna, 2013 (http://www.confindustriaceramica.it/site/home/ricerca/articolo7939.html)
  4. “Trattamenti antislip su piastrelle di ceramica. Un approfondimento”
    http://www.leica-microsystems.com/index.php?&ADMCMD_prev=12b1827d205e7debcb943fe28c4cd156&id=13487
  5. Engels M., Tenaglia A., Tarì G.: The classification of hard floor coverings according to slip risk : a new approach for ceramic floor coverings. Qualicer 2010, Castellon (E)

Contatto:

Ing. Barbara Mazzanti: mazzanti@centroceramico.it
Tel. diretto: 051 0250195

Scivolosità piastrelle parzialmente lappate Scivolosità piastrelle graniglia
 Scivolosità piastrelle levigate Scivolosità legno

PROGETTI DI RICERCA

  •  PROGETTO SlipSTD
    Development of Slip Resistant Standard Surfaces
    COLL-CT-2006-030287 Project co-funded by the European Commission within the Sixth Framework Programme (2002-2006), 2006

SlipSTDScivolosità 6PQ

  •  PROGETTO InProCer
    Laboratorio per l’Innovazione di Prodotto e Processo Ceramico

    Obiettivo Realizzativo 2. Scivolosità e tessitura superficiale: un nuovo approccio. Applicazioni alle piastrelle di ceramica.
    Regione Emilia Romagna – Bando “Dai distretti produttivi ai distretti tecnologici”

Scivolosità InProCer

Scivolosità Rete HTScivolosità Piattaforma Costruzioni

  • Commesse dirette dalle aziende.

Torna all’elenco delle nostre linee di ricerca